Viaggio nella magia del Cansiglio, un elisir per la vita

Viaggio nella magia del Cansiglio,

un elisir per la vita

Anche il bosco ha i suoi sensi. Gli alberi captano, capiscono, provano emozioni, si difendono dagli attacchi a cui sono sottoposti. E' un mondo vivo che si trasforma in valore terapeutico per l'umanità. Concetti noti, risaputi, eppure troppo spesso dimenticati. A risvegliare l'attenzione su questi temi, fondamentali per noi e il futuro del pianeta Terra, è stata la presentazione del libro “Il Cansiglio. La foresta della storia”, nella biblioteca di Pagnacco, per gli incontri di “Aspettando... La Notte dei lettori”. Andrea Mascarin, di Tiglio edizioni, ha spiegato l'impegno delle sue pubblicazioni nel raccontare la natura, i boschi, la loro bellezza, partendo dallo scrigno prezioso rappresentato dal Friuli e dalle sue foreste senza confini. Un condensato di tali intenti è proprio racchiuso nella curatissima opera, tra testo e fotografie, dedicata al Cansiglio, un universo a cavallo di Friuli e Veneto nel quale c'è tutto quanto di magico possiamo cercare in questi luoghi ammantati di fascino eppure insidiati da pericoli enormi. Nel racconto specifico ci si è addentrati attraverso gli autori dei testi, Umberto Sarcinelli e Tiziano Fiorenza, mentre le fotografie sono di Lucio Tolar. Il Cansiglio ha visto la sua dimensione ridursi di quattro volte nei secoli recenti perché, come ha detto Sarcinelli, “anche qui siamo nel pieno della sesta estinzione di massa che la Terra sta subendo, dopo le precedenti cinque delle ere glaciali. Stiamo esaurendo le risorse naturali. Per esempio non si trova più la sabbia, e ciò implica costi enormi. Non la sabbia dei deserti, ma quella di mare, fiumi, cave, utile per gli scopi pratici”. Il giornalista ha poi ricordato un altro fatto che normalmente sfugge a ogni valutazione: il 99,98% dei farmaci deriva dalla natura e in particolare dalle piante. Parole che mettono in guardia davanti al rischio “del suicidio che stiamo tentando di attuare se rimarremo senza piante e biodiversità”.

Ecco allora che sfogliare le pagine sul Cansiglio, e poi visitarlo, diventa un'avventura per percepirne i sentimenti e il significato concreto. In un bellissimo video dedicato a questo volume, in maniera molto efficace vengono dette parole d'effetto: “Il profumo dei boschi in Cansiglio è caratteristico, particolare. Non è una vanità, ma un elisir per la vita di tutti noi. La foresta è la migliore terapia per l'uomo. Gli alberi sono maestri di saggezza e solidarietà. Dobbiamo salvarli per aiutare noi stessi”.